Progetto PONFSE “Vivere L’Europa” al Galilei

Quindici studenti dell’II.SS. “G. Galilei” di Canicattì accompagnati da due loro docenti dal 27 agosto ’19 si trovano a Derry/Londonderry (https://it.wikipedia.org/wiki/Derry) in Nord Irlanda per completare un percorso formativo che intende contribuire alla conoscenza che loro  hanno dell’Unione Europea, e permettere loro di prendere parte al dibattito con consapevolezza e fornire la possibilità di costruire il futuro in cui vogliono vivere.

In un momento in cui il progetto europeo è sottoposto a grandi sfide politiche, economiche e sociali, è necessario rafforzare la conoscenza e la consapevolezza dell’idea di cittadinanza europea, intesa come appartenenza ad una cultura, a valori, a una storia e a un percorso comune.

Per il raggiungimento di tale obiettivo gli studenti del Galilei hanno prima preso parte a dei momenti formativi, all’interno della propria istituzione scolastica, durante i quali hanno approfondito la loro conoscenza della storia, della cultura, dei valori, delle istituzioni, delle sfide e delle prospettive europee; quindi, sempre all’interno della propria scuola, hanno potenziato la propria competenza linguistica e comunicativa in inglese frequentando un corso della durata di 60 ore e sottoponendosi ad esami per la certificazione linguistica di livello B1, requisito necessario per essere ammessi alla mobilità transnazionale.

Il percorso formativo a Derry, della durata di 60 ore ed articolato su tre settimane, intende contestualizzare il contenuto e i diritti connessi alla cittadinanza europea, attraverso esperienze progettuali concordate con la struttura ospitante, la Northwest Academy of English, e far raggiungere agli studenti una competenza linguistica e comunicativa in inglese di livello B2.

Gli studenti del Galilei, ospitati presso un “residence” dove la “gestione” di alcuni servizi condivisi è lasciata all’autonomia degli alunni, permette loro di sviluppare le così dette “soft skills” o competenze relazionali rendendoli in grado di muoversi agevolmente nei loro spazi, lavorare bene insieme e collaborare per il raggiungimento dei loro obiettivi.

La permanenza a Derry, città tristemente famosa per il suo “Bloody Sunday” del 1972, permette agli alunni del Galilei di comprendere come la lotta per i diritti civili abbia potuto produrre negli anni 70/80 cruenti scontri tra gli Unionisti, (prevalentemente protestanti) ed i Nazionalisti (in gran parte cattolici); inoltre il momento in cui viviamo e le temute conseguenze della “Brexit” inducono gli alunni a riflettere sul come possa essere fragile la pace conquistata con “l’Accordo del Venerdì Santo” del 1998 che portò l’Irlanda del Nord a godere di ampi margini di auto-governo all’interno del Regno Unito.

[Best_Wordpress_Gallery id=”15″ gal_title=”Derry 2019″]

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *